Carlo Conti è Konty, il cantante disco che non ti aspetti del 1985

Nessuno se lo ricorda ma nell’anno 1985 un giovane Carlo Conti era Konty, pseudonimo usato per provare una carriera da cantante disco mai decollata.

E chi l’avrebbe mai detto, Carlo Conti, l’amato conduttore dell’Eredità, noto quiz televisivo della Rai, e ‘Capitano’ del Festival di Sanremo dei record appena terminato, nasconde nel proprio ‘armadio’ un passato da cantante disco. La prova? Anno 1985, Carlo Conti diventaKonty‘, il cantante italo-disco del brano ‘Through the Night‘. Sfortunatamente la prima e unica canzone da lui interpretata. Tuttavia, nonostante il poco successo ottenuto, di certo non per sua colpa, ricordiamo che nel ’85 c’erano i Righeira con l’Estate sta finendo, oppure c’era Vasco Rossi Cosa succede in città o anche Raf con Don’t Want to Lose You (mix version), il grande Konty aveva una mente che guardava avanti.

Carlo Conti e il Konty dimenticato

Si, ok, non avrà avuto successo come cantante, ma la concorrenza negli anni ’80 era davvero troppa, eppure il quel nome, ‘Konty’, ne possiamo apprezzare una mente futuristica, ha infatti anticipato i tempo degli Sms, delle chat e dei social. Quella Kappa al posto della C o quella Ypsilon al posto della i, che genio. Oggi tale linguaggio è infatti comune tra i più giovani, che lo usano quotidianamente quando si scrivono messaggio via telefonino o internet, e lui ricordiamo ha lanciato tale moda nel 1985, un precursore del linguaggio di oggi. Ora però ascoltate il suo ‘Through the Night’ e da soli capirete che in fondo, in fondo, non era poi così male, anche il look era all’avanguardia, stile Dead or Alive nel video-clip You spin me roud. Signore e Signori… Konty!