Carceri, Osapp: Pochi agenti in Campania

L’Osapp, Organizzazione sindacale autonoma della Polizia Penitenziaria, solleva una serie di problematiche in merito alla situazione delle carceri regionali

Carenza cronica di agenti, specie del personale femminile con situazioni di palese illegittimità, condizioni di vivibilità lavorativa e di sicurezza “indegne“. Sono alcune delle problematiche relative agli istituti penitenziari campani sollevate dall’Osapp, l’Organizzazione sindacale autonoma della Polizia Penitenziaria.

 

Situazione delle carceri regionali e delle strutture

L’Osapp, con un duro comunicato a firma del segretario generale Leo Beneduci, dà un vero e proprio ultimatum di trenta giorni al Ministro della Giustizia Andrea Orlando, al Capo del Dap (Dipartimento Amministrazione penitenziaria) Santi Consolo e ai Gruppi Parlamentari “affinchè intervengano, altrimenti scatterà la mobilitazione del personale“. L’Osapp fotografa l’attuale situazione delle carceri regionali e delle strutture, come gli ex ospedali psichiatrici giudiziari, interessate da modifiche funzionali dopo la chiusura prevista per legge nel 2015.