Capo Dda Napoli: “La rappresentazione del crimine data in ‘Gomorra’ è folcloristica”

Il capo della Dda di Napoli, nel corso dell’incontro ‘Come le mafie persuadono i giovani’: “La rappresentazione del crimine in ‘Gomorra’ è folcloristica”

La rappresentazione del crimine organizzato che viene data in ‘Gomorra’ è una rappresentazione folcloristica“. Lo sostiene il procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli, capo della Dda di Napoli, che ha risposto alle domande degli studenti nel corso dell’incontro a Bologna dal titolo ‘Come le mafie persuadono i giovani‘.

 

Capo Dda Napoli: “Gomorra è sufficiente a spiegare il fenomeno”

Nel mirino di Borrelli finiscono dunque fiction e videogiochi come ‘Mafia’: “‘Gomorra’ è sufficiente a spiegare il fenomeno – si è chiesto il procuratore – o è una rappresentazione tranquillizzante che limita la nostra percezione del fenomeno mafioso? La Camorra è solamente traffico di droga, omicidi ed estorsioni o invece quelle rappresentate sono le azioni di una camorra passata che in realtà si evolve e che non vuole essere vista e nemmeno raccontata?”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *