Caos nello spogliatoio del Napoli a Udinese. Le dichiarazioni di Benitez e la rabbia di Higuain

Il Vice presidente del Napoli Edo De Laurentis dopo l’immeritata sconfitta contro l’Udinese si sfoga con un pugno nella vetrata dello spogliatoio del Napoli al Friuli

Queste le voci che circolano. Tensione alta anche tra i giocatori, dopo il risultato ingiusto in terra friulana. Tra i più arrabbiati Higuain.

Queste le dichiarazioni di Benitez a fine partita a Massimo Ugolini di Sky: La partita era sotto controllo, abbiamo dominato l’incontro e, solo, con una palla morbida messa a centro area abbiamo subito un gol immeritato. Questa è un altra partita che non dovevamo perdere e che se avessimo tenuto il pareggio alla fine si poteva anche vincere.

L’allenatore spagnolo non si è detto preoccupato dell’andamento del Napoli “si vede che la squadra c’è, così come nelle altre partite, io non ho visto un attacco dell’Udinese, la fase difensiva era sotto il nostro controllo, era una partita dominata e ben controllata. Una fase difensiva controllata dal primo minuto, con un possesso palla a nostro favore

Sul perchè dei cambi così inaspettati, visti come un azzardo dal giornalista Sky così Benitez. “Inler aveva la febbre, altri hanno giocato giovedì, si doveva giocare mercoledì prossimo quindi era necessario un turnover. Una scelta di questo tipo nasce dalla rosa che è completa con giocatori validi in grado di sostituir gli altri.

Il disappunto del mister, così come la rabbia nello spogliatoio del Napoli, appare nella sua dichiarazione successiva in cui si evidenzia che “abbiamo persa una partita che non dovevano perdere, la rosa ha equilibrio ed il Napoli è una squadra che così come doveva vincere contro il Chievo oggi meritava la vittoria contro l’Udinese

Sullo sfogo di Higuain nello spogliatoio Benitez glissa evidenziando che e necessario dover “creare di più affinché l’attaccante abbia più palle da giocare”

L’intervista all’allenatore partenopeo incalzato dai giornalisti in studio della D’Amico chiude dichiarando: “Credo che  parliamo di una squadra che ha fatto bene sia l’anno scorso e quest’anno e che continuerà a fare bene, non ha lasciato spazi all’Udinese così come con il Chievo.