Fabio Cannavaro: "Cuore diviso? Ma che, sono napoletano e tiferò Napoli"

Cannavaro e il suo staff bloccati in Qatar per 12 giorni: una “punizione” del club

Tutti pensavano all’inizio fosse un normale protocollo di sicurezza legato al Covid, invece si è scoperto essere una specie di punizione del club cinese verso l’allenatore

Come raccontano i colleghi de La Gazzetta dello Sport, l’allenatore napoletano Fabio Cannavaro, è rimasto bloccato per 12 giorni in Qatar, a Doha, insieme al suo staff italiano.

Tutti pensavano all’inizio fosse un normale protocollo di sicurezza legato al Covid, invece si è scoperto essere una specie di punizione del club cinese Guangzhou Evergrande verso l’allenatore. E’ stato infatti ordinato loro di restare in albergo subito dopo la sconfitta in Champions asiatica.

Ai dirigenti del club non è andata giù la sconfitta contro i rivali del Jiangsu Suning, un episodio che sommato ad alcune divergenze sul rinnovo del tecnico, ha portato ha questa “punizione”.

Cannavaro e il suo staff sono poi risulti a lasciare il paese e a tornare in Cina, ma solo grazie all’intervento dell’ambasciata italiana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *