Camorra: in manette parenti di un latitante

Parenti di un latitante ritenuto affiliato al clan della camorra Ranucci, arrestati dai carabinieri a Sant’Antimo (Napoli): avevano in casa un arsenale

Fratello, sorella e nipote di un latitante ritenuto affiliato a un clan della camorra sono stati arrestati dai carabinieri a Sant’Antimo (Napoli): avevano in casa un arsenale. I militari della locale tenenza hanno bloccato Stefano Ronga, 37 anni, detto ‘Chicchiniello’, Rosalba Ronga, 40 anni, sorella di Stefano, Domenico Chianese, 18 anni, figlio di Rosalba Ronga.

 

Camorra: arrestati i parenti del latitante Filippo Ronga

I tre, tutti imparentati (fratello, sorella e nipote) con Filippo Ronga, un 41enne di Sant’Antimo ritenuto affiliato al clan “Ranucci” e latitante dal 2013 per sfuggire all’esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare in carcere, sono accusati, a vario titolo, di resistenza aggravata a pubblico ufficiale (il primo) e di detenzione illegale e ricettazione di armi da sparo e munizioni (gli altri due). Le armi sono state inviate al Ris di Roma per accertare il loro eventuale utilizzo in fatti di sangue e/o intimidazione. I due uomini sono stati condotti nel carcere di Poggioreale, la donna sottoposta ai domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *