Calciatori: oltre al pallone c’è di più

di Francesco Cava

Ognuno di noi, almeno una volta, si è chiesto che cosa sarà della vita di un calciatore una volta arrivata la tanto temuta soglia d’età per cui giocare da professionista diventa estremamente difficile. Non c’è ombra di dubbio che quello del calciatore è uno tra i mestieri più pagati, anche se non tutti arrivano ad avere lo stipendio di Messi, come non vi è alcun dubbio sul fatto che per l’intera durata della loro carriera vivano in un mondo dorato, lussuoso, ove la bella vita spadroneggia su qualsiasi altro problema gli si possa far fronte; questo è indubbio ma la carriera, salvo alcune grandi eccezioni, a 34-35 anni finisce… e dopo? 
Certo non tutti possono fare gli allenatori, preparatori, osservatori e quant’altro, non tutti possono essere ospiti fissi alle miriadi di programmi televisivi sul calcio, non tutti possono partecipare a Ballando con le Stelle, ed è allora che, appesi definitivamente gli scarpini al chiodo i nostri beniamini devono reinventarsi!

Andiamo a scoprire nel particolare dove potremmo vedere alcuni dei nostri idoli connazionali, passati e futuri, nei prossimi mesi, anni:

Partiamo dalla difesa, o meglio dall’estremo difensore, parlando dell’attività extraconiugale che intrattiene Gianluigi Buffon, tradisce infatti il campo verde con quello dell’industria tessile, è socio maggioritario del noto gruppo tessile italiano “Zucchi“, investimento definito dal lui stesso “ottimo per il futuro“.

Passando alla difesa come non citare le mosse di Giorgio Chiellini, forse non tutti sanno che, il gigante bianconero, è laureato in economia e commercio ed ha puntato su una società specializzata in pubbliche relazioni con il fratello, Claudio, registrando degli ottimi guadagni.

Parlando di grandi difensori spunta naturalmente uno tra i più migliori di sempre, Fabio Cannavaro, grande sia in campo che fuori. Il difensore, che nel 2006 ha portato la propria nazionale a vincere i mondiali, possiede diversi ristoranti e pizzerie (alcune di queste nella sua città natale, Napoli) oltrechè immobili in varie città d’Italia controllati dalla Cma immobiliare, di cui l’ex calciatore è diretto amministratore.

Ripartendo dall’Italia che alzò la coppa nel 2006 troviamo Andrea Pirlo, che investe nell’industria siderurgica del padre, riuscendo a destreggiarsi anche qui molto bene, proprio come in campo, e ad ottenere grandi profitti. La sua attività e piacere principale rimane comunque il vino, ha acquisito qualche anno fa dieci ettari di terreno a Capriano del Colle, pochi chilometri a sud di Brescia, una delle più piccole e sconosciute aree Doc della Lombardia. Qui, ha confessato il campione, si ritirerà una volta fuori dal caotico mondo del calcio e produrrà il vino che probabilmente vedremo prossimamente sulle nostre tavole.

Non dimentichiamo la strana coppia Alessandro Del Piero e Patrick Dempsey, nota star del cinema protagonista della serie Grey’s Anatomy, che insieme hanno deciso di fondare una casa automobilistica chiamata “Dempsey/Del Piero Racing”, l’intenzione dei due era quella di partecipare alla 24 ore di Le Mans, e così è stato, il nostro attore è riuscito ad arrivare addirittura al quarto posto a bordo della sua Porche.

Ai motori si è dedicato un altro dei grandi, Clarence Seedorf, titolare della Seedorf Racing che ha partecipato alla classe 125 del Motomondiale dal 2003 al 2007.

Ancora Vieri e Maldini con la Sweet Years, Iaquinta nel settore edile, Gattuso con la sua azienda ittica e ancora tantissimi altri che hanno saputo trovare la propria fortuna anche dopo il pallone.
Certo con tutti i soldi che hanno se non sfondano loro nell’imprenditoria…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *