Al C.T.O. di Napoli curano le ossa ma non le fondamenta: pericolo caduta di calcinacci sui balconi dell’ospedale (VIDEO)

Una nostra lettrice ci segnala: “Al C.T.O. c’è il rischio che ci cadano addosso i balconi!”

Il C.T.O., il Centro Traumatologico Ortopedico di Napoli, cade a pezzi. Sulle finestre delle stanze in cui vengono ricoverati i pazienti ci sono degli avvisi che negano l’accesso ai balconi per pericolo di crolli e caduta di calcinacci e, per di più, sono sporchi. Mozziconi di sigaretta, recipienti di plastica, foglie ed escrementi di animali di ogni tipo sono a pochi passi dai degenti dell’ospedale, che oltre alla loro condizione, sono costretti a sopportare e a convivere con la sporcizia che giace da chissà quanto tempo sui balconi delle loro camere.

“Se solo ti affacci da una delle finestre che danno sui balconi, puoi vedere ogni tipo di rifiuto!”

La segnalazione ci arriva da una nostra lettrice: “Sono stata in ospedale a trovare una mia parente che era stata appena operata ad una spalla. Sulla finestra della sua camera c’era un messaggio firmato dalla direzione dell’ospedale che vietava di uscire sul balcone per pericolo crolli. Ma quando mi sono affacciata non solo ho visto che effettivamente la struttura era fatiscente, ma che il balcone era anche ricoperto di rifiuti di ogni tipo, dalle foglie ai contenitori di plastica per il cibo passando dai mozziconi di sigaretta. Vergognoso!