Botti illegali: Gdf Caserta sequestra 2,5 tonnellate

Botti illegali: Gdf Caserta sequestra 2,5 tonnellate

Le Fiamme Gialle della Compagnia di Caserta hanno sequestrato oltre 2,5 tonnellate di botti illegali artigianali, pronti per essere venduti

Le Fiamme Gialle della Compagnia di Caserta hanno sequestrato oltre 2,5 tonnellate di artifici pirotecnici e botti illegali artigianali, pronti per essere venduti anche se privi di qualsiasi dispositivo di sicurezza, nonché oltre 300 chili di polvere da sparo prodotta artigianalmente. Diciannove le persone denunciate per detenzione e commercio abusivo di prodotti esplodenti nonché per fabbricazione abusiva di materiale esplosivo.

 

Botti illegali, a Villa Literno fabbrica sottoposta a sequestro

Il rinvenimento più consistente, come riporta askanews, è avvenuto in una fabbrica a Villa Literno (Caserta), sottoposta a sequestro poiché al suo interno venivano confezionati artifici pirotecnici illegali utilizzando polvere da sparo fabbricata artigianalmente con una “molazza”, macchinario con macine in pietra impiegato soprattutto nell’edilizia. A Mignano Montelungo (Caserta), durante un controllo, è stata bloccata un’autovettura che trasportava nel portabagagli un grande quantitativo di fuochi d’artificio e “bombe” artigianali: 296 manufatti esplosivi già collegato in serie e posizionati nei mortai di accensione. In caso di innesco accidentale, causato da un possibile sinistro stradale, l’esplosione avrebbe provocato notevoli danni. I due trasportatori e l’autovettura sono stati sequestrati. All’interno di un’ulteriore polveriera abusiva, infine, sono stati rinvenuti circa 550 chilogrammi di artifici pirotecnici denominati “cobra”, equivalenti alle più note “cipolle”, prodotti in maniera artigianale e senza adottare alcuna cautela per la pubblica incolumità.