Bomboniere a forma pistola e proiettili per la prima comunione

Bomboniere e confetti a forma di pistola e proiettili dorati per la prima comunione. Tre arresti per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio

Bomboniere e confetti a forma di pistola e proiettili dorati per la prima comunione. Eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di tre indagati ritenuti responsabili di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio.

Bomboniere e confetti a forma di pistola e proiettili dorati per ricordare il giorno della prima comunione: è quanto rinvenuto dai carabinieri a Napoli a casa di un trafficante di droga arrestato nel corso di un blitz. I militari della Compagnia Napoli Stella hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip partenopeo, nei confronti di tre indagati ritenuti responsabili di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio.

 

Bomboniere a forma di pistola: contrasto allo spaccio nella Masserie Cardone

BomboniereL’indagine, coordinata dalla procura napoletana, è nata dall’attività della Stazione di Secondigliano per il contrasto allo spaccio nella Masseria Cardone, una zona del quartiere Miano ritenuta da sempre la roccaforte del clan camorristico Licciardi dove, il 18 luglio scorso, i carabinieri sequestrarono oltre 11 chili di hashish e 600 grammi di cocaina pura nonché manoscritti contenenti numeri, nomi e sigle riconducibili all’illecita attività. Analizzando gli appunti, si è risusciti a stimare un giro d’affari pari a circa 20mila euro al giorno e a oltre sette milioni di euro l’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *