Bologna-Napoli 3-2: Ghoulam e Mertens non bastano, azzurri rimontati nel finale

Ancelotti non riesce a raggiungere (e superare) gli 80 punti nella sua prima stagione all’ombra del Vesuvio.

Bologna-Napoli termina 3-2 per i padroni di casa, trascinati da un Santander in grande spolvero.

Bologna-Napoli | Il Bologna chiude il campionato col sorriso e lo fa battendo il Napoli per 3-2 nell’anticipo dell’ultima giornata di Serie A. Continua la striscia vincente casalinga per il Bologna, forte di sei vittorie nelle ultime sei partite nella cornice di un Dall’Ara in festa per la salvezza ottenuta con una giornata di anticipo. Con i tre punti la formazione di Mihajlovic sale a quota 44 mentre quella di Ancelotti, dopo quattro vittorie consecutive, subisce uno stop e resta a 79.

Il Napoli e’ la squadra che ha realizzato piu’ gol da fuori area nei cinque maggiori campionati europei 2018/19 e le prime occasioni dei partenopei nascono da soluzioni dalla distanza. Al 13′ e’ Insigne a provarci dai venticinque metri ma la sua conclusione termina larga. Ritmi bassi nel corso di una prima frazione di gioco che si sblocca solamente al 42′: Palacio semina il panico sulla corsia mancina e disegna un cross al bacio per il colpo di testa vincente di Santander, autore dell’1-0. Dopo ventuno partita a secco, il Bologna torna a segnare nel primo tempo e nel finale della prima frazione di gioco trova anche il modo di siglare il 2-0. Al 46′ Dzemaili fa sua una palla vagante a centrocampo e trova dai venticinque metri l’angolo vincente alle spalle di Karnezis con una conclusione imprendibile dopo una percussione centrale.

Il secondo tempo

Troppi errori nella manovra offensiva del Napoli apparso fin troppo apatico anche ad inizio ripresa ma al 55′ c’e’ una piccola scossa: Milik carica il destro dal vertice dell’area e sfiora il secondo palo. E al 56′ c’e’ il gol che riapre la partita: Albiol lancia Ghoulam che batte Skorupski con un diagonale e firma il 2-1. La rete viene inizialmente annullata per fuorigioco e poi convalidata con il controllo var che pochi minuti dopo non interviene su un contatto dubbio in area azzurra tra Albiol e Palacio. L’uomo piu’ pericoloso del Napoli si conferma essere Milik vicino al pareggio con un colpo di testa che termina di poco fuori. Ma il 2-2 e’ solo rimandato e il gol porta la firma di Dries Mertens, a segno nelle ultime quattro partite e autore di undici gol al Bologna: Callejon serve in area Younes bravo a scaricare per il destro vincente del belga. Sono ventisei i pali colpiti dal Napoli in questa stagione e all’85’ Zielinski lascia partire un destro che si stampa sul legno. Il Napoli sogna la rimonta ma all’87’ torna in svantaggio: Svanberg calcia e trova la deviazione di Santander, autore di una doppietta e del definitivo 3-2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *