Auto di lusso nascoste tra le bare, Antimafia sequestra beni per oltre 150 milioni

Maxisequestro della DDA: milioni tra le bare

di Redazione.

Sequestrate dal nucleo Investigativo di Castello di Cisterna (Napoli) tre ditte di pompe funebri, una società immobiliare, appartamenti, ville di lusso, decine di conti finanziari, un ristorante e 150 automobili.

sequestro-maserati-bare

Le indagini della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli hanno portato al sequestro disposto dal Tribunale di Napoli a fini di confisca del patrimonio riconducibile a Salvatore Esposito, ex detenuto per associazione per delinquere di stampo mafioso, chiamato ” o’ schiattamuorto”.

Egli è considerato un prestanome del clan Moccia, operante nella periferia nord di Napoli, a cui è stato ucciso il fratello oltre 20 anni fa nella “faida del caro estinto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *