Birsa-gol, il Milan piega la Sampdoria. I rossoneri vincono di misura 1-0. Proteste fuori lo stadio contro la chiusura della Curva sud

di Francesco Monaco

Tutt’altro che trascendentale, ma efficace. Il Milan torna alla vittoria battendo al Meazza la Sampdoria per 1-0, grazie al primo gol in maglia rossonera di Birsa. Da registrare la protesta di circa trecento tifosi rossoneri all’ingresso dello stadio, con tanto di striscione discriminatorio verso Napoli (La chiusura del settore non cancella l’odore. Napoli merda), in segno di protesta contro la squalifica della Curva sud dopo i cori contro i napoletani.

Primo tempo noioso, con poche occasioni da entrambe le parti e ritmo da amichevole estiva. La chance migliore capita sulla testa di Costa, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo anticipa Zapata, ma manca di poco la porta.

In avanti i rossoneri sono sterili. Matri non pervenuto, Robinho che va a fiammate. Il migliore è Birsa, che in avvio di ripresa trova il colpo da biliardo che supera Da Costa e porta in vantaggio gli uomini di Allegri. Passano pochi minuti e Robinho si divora davanti alla porta il possibile raddoppio. La Sampdoria non reagisce e permette ai padroni di casa di controllare il risultato e mettere in cassaforte i tre punti.

Con ancora molti assenti per infortunio, e senza Balotelli squalificato, il Milan porta a casa una vittoria importante come l’ossigeno e non perde ulteriormente terreno dalla vetta. La Sampdoria, invece, rimanda ancora l’appuntamento con i tre punti. Due pareggi e quattro sconfitte  in sei partite sono un magro bottino per i ragazzi di Delio Rossi. Urge una svolta anche in casa doriana.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *