Bianca Pitzorno a Napoli per il Premio Napoli 2015

Bianca Pitzorno a Napoli per il Premio Napoli 2015

Il 25 e il 26 novembre la scrittrice Bianca Pitzorno incontrerà studenti e detenuti in occasione del terzo incontro dei vincitori del Premio Napoli 2015.

Bianca Pitzorno, vincitrice della 61° edizione del Premio Napoli insieme a Serena Vitale, Paolo Poli e Roberto Paci Dalò, è la protagonista della terza tappa degli incontri con la città partenopea.

Mercoledì 25 novembre, alle 10.00, la scrittrice sarà a Foqus – Fondazione Quartieri Spagnoli, dove incontrerà 300 bambini delle scuole del territorio, appartenenti alle due elementari di “Dalla Parte dei Bambini” e alla statale “De Amicis”, per spiegare come si trasforma un libro in un cartone animato.

Giovedì 26 novembre, invece, Biaca Pitzorno incontrerà i detenuti della Casa Circondariale di Poggioreale e con loro si confronterà sul libro “La vita sessuale dei nostri antenati”.

Bianca Pitzorno: ambasciatrice della lingua e cultura italiana

Il Premio Napoli è il primo e unico riconoscimento italiano consegnato a personalità che si distinguono per il loro contributo alla lingua e alla cultura, indipendentemente dalla produzione letteraria.

Quest’anno il Premio è dedicato a Ernesto De Martino e Mario Pomilio, due grandi figure della cultura europea. Dato il compito della Fondazione Premio Napoli di mettere in risalto le eccellenze prodotte nel corso del tempo dalla vivacità intellettuale della nostra città, agli organizzatori è apparso doveroso dedicare il premio del 2015 a due personaggi che hanno attraversato la storia di Napoli e che con le loro opere hanno incontrato il mondo.

La cerimonia di premiazione si terrà a metà dicembre all’Auditorium della Rai di Napoli.

Tra i vincitori del Premio Napoli 2015, Bianca Pitzorno è stata scelta per il suo ruolo di ambasciatrice della lingua e cultura italiana essendo stata tradotta in ben 12 lingue e per il suo contributo a una pedagogia della letteratura e del pensiero divergente.