Con Benitez serve ancora Bigon?

Benitez pensa alla Coppa Italia e alla prossima stagione

Il Napoli delle ultime giornate sembra giocare in maniera svagata, assente senza alcuna concentrazione (vero Reina?) come se queste partite non esistessero, speriamo sia così perché in previsione del 3 maggio c’è ben poco di cui essere Allegri (la maiuscola non è un caso).

Solo un traguardo da centrare

Il turnover di Benitez sembra essere la riprova che tutte le speranze azzurre, per non dichiarare questa stagione fallimentare, siano riposte nella tanto bistrattata Coppa Italia, infatti, nell’anno in cui Milan e Inter sono state al di sotto delle attese, arrivare al  terzo posto (a meno 22 dalla Juventus ed a meno 14 dalla Roma)  ed avere interrotto il cammino nell’agognata Champions League nella fase ai gironi, sembra oggettivamente non all’altezza di una grande squadra di valore europeo così come  dichiarato la scorsa estate.

Uno tra Benitez e Bigon è troppo per il mercato

A questo punto della stagione si possono mettere in discussione molte cose ma la più rilevante sembra essere, prima fra tutti, l’utilità/necessità di Bigon, il D.S. con Mazzarri aveva un senso, lui acquistava calciatori e l’allenatore cercava di metterli in campo nel miglior modo possibile (tentativo non sempre riuscito), salvo poi dichiarare pubblicamente di non conoscerli e di non averli richiesti (Vargas/Ruiz). Con Benitez siamo di fronte ad un manager all’inglese, i calciatori li decide lo spagnolo e quando c’è da fare una trattativa importante ne parla con De Laurentiis che poi scende direttamente in campo per la chiusura del contratto.

 Via gli ultimi fedelissimi di Mazzarri

Infatti questa estate con molta probabilità verranno epurati gli ultimi “mazzarriani” dopo Cannavaro probabilmente sarà il turno di Maggio, Britos, Pandev e qualche svizzero. Ci auguriamo che con l’acquisto di calciatori graditi a Benitez, oggettivamente quelli scelti da lui non hanno fallito, propedeutici al dogma del 4-2-3-1 ci possa essere quel salto di qualità duraturo nel tempo che ci permetta quantomeno di competere per il titolo fino alla 38 giornata di campionato.