Benitez: “Questa partita mi ocupa, no me preocupa. Non saremo la vittima del San Mames”

“Higuain dovrà essere decisivo. Loro avranno un piccolo vantaggio dal punto di vista fisico ed un intero popolo alle spalle.”

Il nuovo San Mames fa impressione anche agli stessi baschi: per la prima volta sarà pieno proprio contro il Napoli. Un’intera città che riempirà uno stadio e dintorni, un popolo che afferma se stesso tramite la sua squadra. Il Napoli dovrà affrontare tutto ciò, con l’ulteriore svantaggio di aver subito un 1-1 in casa che lo costringe alla rincorsa contro l’Athletic Bilbao.

A viso aperto

È il crocevia di un’intera stagione, forse dell’intero progetto Benitez-Napoli: lo spagnolo tiene però i toni bassi, affermando come sia a Napoli “per migliorare in tutto, con società, strutture e squadra” in pole position. La chiave sarà in un pressing più attento ed un giro palla più rapido.

Por la decima

Era un’ossessione a Madrid, il Napoli spera possa compiersi anche stavolta: la decima rete di Gonzalo Higuain all’Athletic Bilbao sarebbe un grande passo verso la qualificazione. “Higuain deve essere decisivo ogni partita perché può fare la differenza.” Così come sarà decisivo l’atteggiamento del Napoli: da un lato dovrà attaccare, dall’altro essere pronto a contenere le folate dell’Athletic, che spinto dal suo pubblico di casa cercherà la vittoria ad ogni costo.

Calletì

È intervenuto in conferenza stampa anche Josè Maria Callejon, il quale ha laconicamente affermato: “in questo momento, pensiamo solo a giocare la Champions l’anno prossimo, non c’è altro nella nostra mente.”  Parole di incoraggiamento per  il centrocampista, consapevole anch’egli dell’atteggiamento dell’avversario: “l’Athletic prenderà l’iniziativa, questa è la loro filosofia, noi dobbiamo renderci pericolosi in qualsiasi momento.” Ha infine concluso suonando la carica: “pensiamo che possiamo passare il turno.”