Beni Confiscarti, chiude “Nuova cucina organizzata”: convocato tavolo in Regione

Chiuderà il 7 gennaio il ristorante sociale Nco, Nuova Cucina Organizzata. Intanto, per l’inizio della prossima settimana, la regione Campania ha convocato un tavolo per individuare le possibili soluzioni

Chiuderà il 7 gennaio il ristorante sociale Nco, Nuova Cucina Organizzata. Intanto, per l’inizio della prossima settimana, la regione Campania ha convocato un tavolo per individuare le possibili soluzioni

La regione Campania ha convocato, dopo la riunione del 30 dicembre scorso voluta dall’assessore alle Politiche Sociali Lucia Fortini, per l’inizio della prossima settimana un ulteriore tavolo per individuare le possibili soluzioni al grave momento di difficoltà attraversato da “Nco Nuova Cucina Organizzata” e da un gruppo di cooperative sociali che svolgono la propria attività all’interno di beni confiscati alla camorra.

 

Chiude il 7 gennaio il ristornate Nuova Cucina Organizzata

La vicenda si inserisce nelle difficoltà finanziarie di alcuni dei Comuni che costituiscono gli Enti d’Ambito, cui vengono destinate le risorse. La Regione è in campo per garantire la piena operatività di queste importanti iniziative sociali e sanitarie e per evitare la chiusura del ristorante “anticamorra“, iniziativa che non a caso ha avuto il sostegno pieno dell’amministrazione regionale, e martedì 7 gennaio il Presidente della Regione Vincenzo De Luca incontrerà i rappresentanti di Nuova Cucina Organizzata. Gli uffici tecnici sono già impegnati a trovare una nuova e opportuna soluzione amministrativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *