Caffè 21 marzo

Battipaglia, bene confiscato alla criminalità organizzata: riapre il Caffè 21 marzo di don Ciotti

Il Comune di Battipaglia ha finalmente affidato il bene confiscato alla criminalità organizzata, il Caffè 21 marzo, nuovamente alla legalità: riapre il caffè di don Ciotti!

La gestione del bar, provvisoriamente, grazie al progetto Caffè21Marzo 2.0, è stata affidata alla Cooperativa Sociale Freedom. A renderlo noto è stato l’Ufficio tecnico del Comune di Battipaglia. Una decisione arrivata dopo che la stampa aveva fatto notare come il bene confiscato alla criminalità fosse chiuso ormai da sei mesi, nonostante la procedura di affidamento c’era e prevedeva che le offerte pervenissero entro l’11 luglio di quest’anno.

Il bene, fu il primo confiscato alla criminalità, e all’inaugurazione fu presente anche il Presidente di Libera, don Luigi Ciotti. Per tre anni si sono svolti progetti sociali e iniziative di natura culturale, con doposcuola gratuito. Il bar è stato poi chiuso al termine dell’affidamento, oggi però torna a nuova vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *