Basta discriminazioni contro gli omosessuali: a Napoli nasce lo sportello amico

In Via Porta di Massa sarà aperto per tre giorni alla settimana uno sportello amico per gay e lesbiche che hanno bisogno di aiuto. Napoli dice basta alle discriminazioni omofobe

Il Comune di Napoli è sempre più vicino agli omosessuali, che nel nostro paese non godono ancora dei diritti che gli spetterebbero. Dopo il riconoscimento nei registri del Comune dei matrimoni gay celebrati all’estero, ecco che arriva uno sportello amico per aiutare omosessuali in difficoltà. Lo sportello, formato da specialisti, medici e avvocati, sarà aperto tre volte a settimana e si troverà in Via Porta di Massa, a pochi passi dall’Università Federico II. L’obiettivo è quello di lottare contro l’omofobia e tutelare i diritti degli omosessuali.

L’attenzione maggiore è per i giovani ma ovviamente lo sportello verrà aperto a chiunque voglia tutelare un diritto

L’Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli, Alessandra Clemente sì è espressa entusiasticamente per la nascita dello sportello che sarà presentato il prossimo 30 settembre, fa parte di un progetto europeo sulla marginalità giovanile ed è stato seguito dagli assessorati comunali Politiche Giovanili e Pari Opportunità.