Basket, Napoli-Verona: sconfitta amara per i partenopei. Gli ospiti si impongono 82-68 (VIDEO)

Al Palabarbuto di Fuorigrotta la Tezenis Verona si impone 82-68 sul parquet di Napoli. Gli azzurri crollano negli ultimi due quarti

di Eduardo Desiderio

Si aspettava una reazione forte della Expert Napoli Basket dopo la sconfitta a Capo d’Orlando. Così non è stato: contro Verona, gli azzurri non sono riusciti ad imporsi tra le mura amiche, chiudendo la gara 68-82. Gli ospiti, molto più incisivi e cinici negli ultimi due quarti, hanno saputo approfittare degli errori dei partenopei, fuori concentrazione e senza la giusta cattiveria agonistica. A parte i 16 punti di Weaver e i 14 di Brkic, gli uomini di coach Cavina sono crollati nelle ultime due frazioni di gioco. Gli ospiti invece hanno trovato un super Smith (21 punti) ed un determinante Callahan (6 su 6 da tre), senza tralasciare l’ottima prova di Taylor, autore di 20 punti. Nel post partita, in conferenza stampa si sono presentati i due coach di Verona e Napoli.

Coach Ramagli, allenatore Verona: “Sono soddisfatto del secondo tempo della mia squadra. Siamo competitivi, guardo soprattutto alla seconda parte della gara, per la passione e l’agonismo che mettiamo in ogni gara. Hanno difeso tutti e hanno anche segnato. Una squadra è anche questo, dove ognuno riesce ad essere importante in fasi specifiche del gioco. Secondo me siamo stati a guardare nei primi due tempi, senza costruire qualcosa. Veniamo da un periodo non buono, ma non puo’ pesare all’infinito. Abbiamo pagato i nostri errori, è il nostro campionato e andrà avanti nella massima tranquillità”.

Si aspettava Napoli così sotto tono? “Io guardo i miei, anche Napoli vive un momento di difficoltà, succede perché fa parte del gioco. Io penso che le qualità fisiche e tecniche per fare un buon campionato ci siano”.

Coach Cavina, allenatore Napoli: “La situazione non è facile. La sconfitta, per come è maturata, è stata molto amara e mi sono arrivati anche dei messaggi chiari dal campo. Il primo tempo ha dimostrato quelle che sono le nostre difficoltà, mentre nel secondo non abbiamo giocato. Oggi ci metto la faccia nonostante non sia una serata facile, sia a livello sportivo che personale. Abbiamo giocato un buon primo tempo, pero’ abbiamo chiuso sotto di 5″.

Sente di riuscire a tenere ancora per mano questo squadra? “La domanda è lecita, ma se si trattasse di una questione strettamente personale avrei già manifestato tempo fa le mie indecisioni. Non ho mai avuto segnali contrari, anche in allenamento. Ovviamente stasera c’è stato un crollo mentale, ne parleremo con la squadra e la società”.

GUARDA I VIDEO:

1 dicembre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *