de magistris

Basilicata, de Magistris: “il partito fondato da Beppe Grillo è ormai al tracollo”

Luigi de Magistris commenta le elezioni regionali in Basilicata dove c’è stata la netta affermazione di Vito Bardi, sostenuto dal Centrodestra

Luigi de Magistris, con un post su Facebook, commenta le elezioni regionali in Basilicata dove c’è stata la netta affermazione di Vito Bardi, sostenuto dal Centrodestra, ai danni delle coalizioni di Centrosinistra e del M5S

Il naufragio del M5S senza il salvataggio della foglia di Fico”. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, con un post su Facebook commenta le elezioni regionali in Basilicata dove c’è stata la netta affermazione di Vito Bardi, sostenuto dal Centrodestra, ai danni delle coalizioni di Centrosinistra e del M5S. Per de Magistris “il partito fondato da Beppe Grillo è ormai al tracollo. Il loro punto di non ritorno è la questione morale dove hanno perso ogni credibilità: o perché hanno tradito rispetto a ciò che sostenevano oppure perché gli è caduta la maschera”.

Dopo Roma capitale tanti avevano sperato in una pulizia morale al Campidoglio, – continua – ma da quando governano i rivoluzionari a parole si susseguono indagini, informazioni di garanzia, arresti. Arresti eccellenti nell’orbita del partito del cambiamento. Procedimenti penali per fatti gravissimi su vicende centrali per la vita della città”.

 

De Magistris: “Unire i popoli perché un altro mondo è necessario”

de magistrisPer il sindaco (Regionali: “la mia candidatura è necessaria”), la vera questione nazionale è quella morale, la corruzione e le mafie, anche se il Governonon rappresenta la rottura del Sistema, anzi. Ma, purtroppo, siamo solo all’aperitivo. L’Italia ha urgenza, invece, come l’acqua e come il pane, di un Governo che finalmente attui, dopo 71 anni, la Costituzione, nata dalla resistenza al nazifascismo. Non può certo, tra l’altro, farlo un Governo che va a “braccetto” con Casa Pound e Forza Nuova. Unire i popoli per abbattere il sistema, unire le lotte per governare il Paese, unire i più deboli perché un altro mondo è necessario. Napoli darà il suo contributo, nella prima linea, per ricostruire l’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *