Barcelona-Milan 4-0, rossoneri malamente fuori dalla Champions

Il Milan stasera non ce la fa ad arginare la tanto annunciata “remuntada” del Barcelona, che travolge i rossoneri al Camp Nou con un rotondo e sonante 4-0. Dopo gli entusiasmi per il risultato dell’andata, Allegri schiera un 4-3-1-2, sperando che Ambrosini-Flamini e Montolivo in regia ripetano la grande prestazione del Meazza. Ma non è così. Il Barça subito padrone del campo, apre nel migliore dei modi al 5‘ la sagra del primo tempo di Messi, che chiude una triangolazione supersonica  con Iniesta calciando in mezzo a 5 uomini con una rapidità spaventosa, 1-0. Dopo 15′ minuti thrilling, in cui il Milan rischia due volte il raddoppio, bravo Abbiati a respingere i tiri di Iniesta e Xavi. Blaugrana ad insistere con il tiki-taka continuo nella tre quarti avversaria e il Milan sembra un pugile alle corde. Il 38′ è il minuto-svolta del match. Prima Niang solo su lancio in contropiede fallisce clamorosamente il pesantissimo pareggio beccando il palo, un minuto dopo è invece ancora la Pulce Messi a far venire giù lo stadio, con un’ altra perla di rapidità nello spazio stretto, stop e tiro immediato tra le gambe di Mexes imparabile per Abbiati. Primo tempo finito e già tutto da rifare per i rossoneri.

 

Il secondo inizia uguale al primo, ma stavolta il goal è di quelli taglia-gambe, perché ora la qualificazione è in mano al Barca  di fronte un Milan assolutamente in balìa dell’avversario: tocco magico di Iniesta per Villa, ma Konstant manca l’anticipo, l’ex Valencia implacabile firma il 3-0. Allegri manda in campo forze fresche per cambiare volto alla partita, ma Muntari e Robinho per Ambrosini e Niang non riescono nell’intento. Ora i blaugrana abbassano ticchettìo e ritmo, riuscendo comunque a ben gestire. Allegri gioca anche la carte dell’ex Bojan creando l’ultima occasione buona per un clamoroso, a questo punto passaggio, del turno:  lo spagnolo di origine balcaniche fa fuori Pique serve Robinho cHe però viene miracolosamente murato da Jordi Alba. Il terzino blaugrana poi, dopo un’arrembaggio milanista spuntato, chiude i conti nel solito contropiede da manuale del calcio, chiudendo un’azione in velocità Messi-Sanchez a tu per tu l’incolpevole Abbiati.

 

Barcelona superiore e meritatamente a i quarti, il Milan di stasera non sarebbe comunque arrivato molto lontano.

 

Giancarlo Manzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *