Bambina rapita nella penisola sorrentina, arrestati i sequestratori

Bambina rapita nella penisola sorrentina, arrestati i sequestratori

Bambina rapita nella penisola sorrentina. I carabinieri hanno arrestato i sequestratori, due uomini e una donna di origini rumene

Bambina rapita nella penisola sorrentina da tra melviventi. A fermarli, però, ci hanno pensato i carabinieri della stazione di Piano e della compagnia di Sorrento. E’ successo a Meta, nella penisola sorrentina. I rapitori hanno fatto irruzione in una casa famiglia e portato via la bambina a bordo di un’automobile.

Bambina rapita nella penisola sorrentina: prime ricostruzioni

Stando alle prime ricostruzioni, a dare l’allarme è stata la madre della piccola mentre un’operatrice, prima del rapimento, sarebbe stata spintonata e minacciata con una pistola dai rapitori, due uomini e una donna di origini rumene. I carabinieri di Sorrento e Castellamare di Stabia si sono lanciati all’inseguimento con le volanti, due motociclette e persino con una vettura della polizia municipale. Poco prima della galleria di Seiano, i militari hanno intercettato e arrestato i rapitori, mettendo in salvo la bambina. Provvidenziale anche il tamponamento con un’auto di passaggio con a bordo due ragazzi. Uno scroscio di applausi ha salutato il loro rientro a Meta insieme alla piccola.