corteo contro commissariamento

Bagnoli, corteo contro commissariamento (foto + video)

Bagnoli è scesa in strada in un corteo contro commissariamento, per dire no alla nomina di Nastasi: ‘Liberiamo noi Bagnoli’.

Questa mattina, come preannunciato, c’è stato il tanto atteso ‘corteo contro commissariamento’ a Bagnoli. A sfilare per la città, contro la nomina di Nastasi da parte del governo Renzi, comitati civici, centri sociali, e cittadini del quartiere. La folla grida ‘Liberiamo noi Bagnoli‘, questo è infatti lo slogan che il quartiere grida ad alta voce. Altri striscioni recitano ‘Bagnoli la sblocchiamo noi’, ‘Nastati statte ‘a casa’, ‘Chi ha inquinato deve pagare’, ‘Disoccupazione, miseria e lutto, pagherete tutto’ e infine anche ‘Se Bagnoli sarà commissariata, ogni giorno sarà una barricata’.

Corteo contro commissariamento: manifestanti ottengo assemblea

Tra i vari slogan, anche la richiesta, da parte dei manifestanti, di ottenere un’assemblea all’interno della sala riunioni della Municipalità, prontamente concessa. Promotore della mobilitazione il Laboratorio Politico Iskra, che tramite il portavoce Eddy Sorge, ha spiegato che “oggi comincia il commissariamento popolare di Bagnoli, del Laboratorio politico Iskra – la Resistenza oggi è questa: contro il Governo, contro il commissario. Vogliamo il riconoscimento dell’Assemblea popolare di Bagnoli”. Infine, tra i vari striscioni, anche quello dell’associazione Dema fondata dal sindaco Luigi de Magistris.