Avvio del servizio di Bike Sharing Napoli, ecco come funziona

Avvio del servizio di Bike Sharing a Napoli grazie a Google Play e Apple. Il servizio è usufruibile con una scheda magnetica o direttamente dal cellulare.

Avvio all’iniziativa sperimentale del Comune per il Bike sharing Napoli. Da oggi, grazie alla collaborazione dell’Associazione CleaNap, di Google Play e App Store di Apple, i cittadini muniti di alta tecnologia portatile o di un semplice accesso internet possono usufruire del servizio di biciclette da condividere su tutta la superficie del Centro storico.

Avvio del servizio di bike Sharing a Napoli grazie a Google e Apple

Il manuale di utilizzo del servizio è interno alle applicazioni di Google ed Apple, le quali a loro interno distribuiscono i codici di usufrutto. All’interno del programma sono elencate le 10 ciclostazioni cittadine, la disponibilità in tempo reale delle biciclette e degli stalli liberi, i percorsi da effettuare per raggiungere le ciclostazioni, informazioni turistiche da poter condividere.

Il manuale del servizio sarà disponibile on line

L’abbonamento al servizio è gratuito ma non immediato. Per attivare un abbonamento occorre creare un account elettronico al quale legare i riferimenti di una carta personale di credito o di debito. Oltre l’applicazione Google o Apple è possibile utilizzare una scheda magnetica, concessa solo dopo una formale richiesta da un account on line. La responsabilità delle bici è assegnata ai fruitori del servizio, i quali possono utilizzare la bici per un tempo limitato a soli 30 minuti. Per chi infrange il limite fino a un massimo di 60 minuti per tre volte in un mese solare, il servizio gli verrà sospeso per 30 giorni. Dal manuale Fiab appare inoltre il divieto di trasportare le bici sui trasporti pubblici o privati e di utilizzare le bici oltre il periodo compreso tra le 7 e le 22 di tutta la settimana.