Avvio ai lavori per la riqualificazione urbana di Napoli est

In base alle dichiarazioni della Regione e del Comune di Napoli i lavori per la riqualificazione di Napoli est sono già iniziati

In base ai comunicati stampa della Regione Campania e del Comune di Napoli, attraverso le persone di Edoardo Cosenza (assessore regionale) e di Mario Calabrese (assessore con delega al settore del Comune di Napoli) le autorità festeggiano l’avvio delle procedure delle gare di appalto della prima fase dei lavori con scadenza entro e non oltre il 21 ottobre alle ore 12:00 per la riqualificazione urbanistica e ambientale dell’Area est di Napoli. La gara di appalto chiede la progettazione e l’esecuzione dei lavori del lotto 1 interno al finanziamento complessivo di 206,9 milioni di euro con fondi europei e nazionali.

Come è stato notificato dalla pubblicazione della Gazzetta europea le zone interessate dai primi lavori saranno via Galileo Ferraris, via Brecce a Sant’Erasmo, via Gianturco, via Nuova delle Brecce. I lavori provvederanno il collegamento delle grandi infrastrutture, la regolarizzeranno della carreggiata stradale (la riconfigurazione degli slarghi, all’ampliamento e alla messa a norma dei marciapiedi eliminazione delle barriere architettoniche e alla creazione di percorsi tattili per non vedenti e ipovedenti, alla piantumazione di essenze arboree, all’inserimento di aree per la sosta, all’inserimento di elementi di arredo urbano, all’innalzamento dei livelli di standard dell’esistente linea tranviaria, mediante la riduzione delle interferenze con il traffico su gomma, pubblico e privato), la rifunzionalizzazione del sistema di raccolta delle acque bianche e nere (l’intervento prevede il rifacimento dell’intero sistema di drenaggio, attraverso la realizzazione di un sistema separato di collettamento delle acque meteoriche  e di quelle reflue, la realizzazione di un impianto di sollevamento delle acque nere, il miglioramento e l’adeguamento impiantistico e la razionalizzazione di tutti gli allacciamenti delle utenze) da San Giovanni a Teduccio in direzione della litoranea di Napoli est, l’ammodernamento e il completamento dell’impianto di pubblica illuminazione.