Arriva la batosta! Persi i veterani e tonfo del Napoli in classifica!

I verdetti del calcioscomesse

Sono passate da poco le 10 ed ecco che la Commissione disciplinare della Figc si esprime sul processo calcioscommesse sulla tentata combine di Sampdoria-Napoli del maggio 2010.

Omessa denuncia per due giocatori simbolo della squadra partenopea: Paolo Cannavaro, napoletano di nascita e cresciuto nel vivaio azzurro, e il casertano Gianluca Grava, giocatore-tifoso, colonna del Napoli dal gennaio 2005.

Per entrambi stagione finita: sono sei mesi di squalifica.

Paolo Cannavaro, che per quella fascia che porta ha pianto e ha  anche alzato una Coppa Italia il maggio scorso, ora deve farsi da parte e passarla al vice-capitano Marek Hamsik, a Napoli dall’estate 2007, che dovrà onorarla fino a fine campionato

Rispetto alle richieste di Palazzi della settimana scorsa è stata poi alzata la pena per la società azzurra: -2 punti nel campionato in corso per responsabilità oggettiva, così recita la sentenza …

3 anni e 3 mesi per l’ex terzo portiere, Matteo Gianello, che sarebbe poi l’artefice della tenta combine per la quale avrebbe chiesto aiuto, immediatamente negato, ai due già senatori del Napoli nel 2010.

La decisione della Disciplinare potrà essere impugnata dalle parti davanti alla Corte di Giustizia Federale.

Al momento però ecco la nuova classifica

Juventus 41
Inter 34
Lazio 33

Fiorentina 32

Napoli (-2) 31
Roma 29
Milan 27
Catania 25
Udinese 23
Parma 23
Chievo 21
Atalanta (-2) 21
Bologna 18
Sampdoria (-1) 17
Torino (-1) 16
Cagliari 16
Palermo 15
Pescara 14
Genoa 13
Siena (-6) 11

 

Napoli che ora in difesa rimane con Gamberini, Fernandez, Britos, Campagnaro e Aronica, contando anche che gli ultimi due sono in ballo nel mercato di gennaio, bisogna correre nella sessione invernale ai ripari per innesti nel reparto …

Una giustizia sportiva che continua a dare pene assurde , mentre vengono preservati giocatori con le spalle coperte, perchè giocano in squadre importanti, Lo si era visto quest’estate con Domenico Criscito, napoletano dello Zenit che subì l’umiliazione di un controllo della polizia a Coverciano e poi si vede svanire la possibilità di partecipare all’Europeo, che invece giocò Leonardo Bonucci, altro indagato.

 

Al momento è stata accertata l’innocenza, già palese in partenza, dell’ex genoano, ma non quella di Bonucci.

Insomma domenica sera c’era stato il ritorno in campo dell’ex Napoli Daniele Portanova, da capitano del Bologna, dopo 4 mesi di ingiusta pena e in quella stretta di mano a inizio partita col capitano degli azzurri Paolo Cannavaro c’è stato anche il passaggio di testimone di un ciclone che investe spesso chi non lo merita …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *