Archi di Edenlandia: sono la firma di Benito Mussolini?

Archi di Edenlandia: sono la firma di Benito Mussolini?

A quanto pare, sugli archi di Edenlandia, il paco giochi napoletano in questi mesi sulla bocca di tutti, compare la firma di Benito Mussolini: come mai?

In questi ultimi mesi, il parco giochi Edenlandia, il più antico d’Italia, è al centro dell’attenzione: dopo più di due anni di chiusura, si era arrivati ad un accordo e i lavori per il rinnovo dell’area era cominciato, finché lo scorso 30 gennaio non c’è stato di nuovo uno stop della Soprintendenza per mancato rispetto del vincolo storico.

Leggi anche: Ristrutturazione di Edenlandia: partono i lavori (FOTO) / La Soprintendenza blocca i lavori all’Edenlandia

Archi di Edenlandia: c’è la firma di Mussolini

Per generazioni gli archi di Edenlandia, le tre grandi strutture gialle e verdi che decorano l’ingresso del parco giochi, sono stati sotto gli occhi di grandi e piccini che si dirigevano alle giostre. A quanto pare, però, gli archi non sono altro che una scultura che tende ad esaltare il potere fascista: i tre grandi archi realizzati nel 1937, infatti, compongono un’enorme M, l’iniziale del cognome di Benito Mussolini, e non è difficile nemmeno riuscire a distinguere proprio la firma di quest’ultimo nella composizione architettonica dell’ingresso dell’Edenlandia. Il parco giochi è stato aperto nel lontano 1965, ma gli archi erano già lì, costruiti in occasione dell’inizio del progetto della Mostra Triennale delle Terre Italiane d’Oltremare nel 1937, ben 30 anni prima, e a quanto pare rientreranno anche nel progetto della Nuova Edenlandia. Voi lo sapevate?