Antonio Banderas all'AMBI Gala in vista dell'Ischia Global Film & Music Festival: "Ischia? Isola meravigliosa e contagiosa del buon vivere italiano"

Antonio Banderas all’AMBI Gala in vista dell’Ischia Global Film & Music Festival

Antonio Banderas all’AMBI Gala in vista dell’Ischia Global Film & Music Festival: “Ischia? Isola meravigliosa e contagiosa del buon vivere italiano”

Vivo nel mito di Federico Fellini. Il Maestro e Marcello Mastroianni sono i miei miti assoluti” così ha parlato Antonio Banderas sabato notte a Roma dopo aver ricevuto il premioFriend of Italy 2016” insieme al collega Jonathan Rhys Meyers in occasione dell’AMBI Gala, classico party di primavera promosso dai produttori Andrea Iervolino, Lady Monika Bacardi e dal fondatore dell’Ischia Global Film & Music Festival, Pascal Vicedomini, in vista dell’appuntamento clou dell’estate cinematografica mondiale. “Ischia? Isola meravigliosa e contagiosa del buon vivere italiano” ha sottolineato Banderas dopo l’esperienza al Festival dello scorso anno in cui fu premiato e si esibì in un insolito rap con Alessandro Siani e Clementino.

 

Antonio Banderas: un’anima Mediterranea a Hollywood

Banderas, accompagnato dalla fidanzata Nicole Kimpel, si e’ addirittura emozionato quando il musicista Alberto Laurenti ed i Rumba de Mar hanno intonato il tema di Nino RotaAmarcod”. “E’ tra i film che amo di più in assoluto. Ogni volta che trovo un nuovo amico glie lo suggerisco. L’avrò visto almeno 25 volte perché “Amarcord” ha qualcosa della cultura mediterranea che mi appartiene. Ricordi della mia gioventù. Di esperienze vissute o magari soltanto di sogni. Ma Grazie per questa bellissima serata. Un di quei ricordi che ti restano nel cuore” – ha detto Banderas impegnato da un mese nella Penisola per il film “Black Butterfly” diretto a Bryan Goodman e prodotto da Ambi e Paradox. “L’Italia e’ in cima ai miei pensieri. La sua cultura ha contribuito alla mia formazione. Peccato che precedentemente ho girato solo una volta a Roma. Nel 1999, il film “The Body”. Io interpretavo un sacerdote. Quell’esperienza mi ha segnato la vita. Mi ha fato recuperare la mia anima mediterranea che avevo perso da quando mi ero trasferito a Hollywood”.

 

Antonio Banderas: “Sentirete parlare di me come regista”

Incalzato dalle domande di Pascal Vicedomini in un’intervista che verrà trasmessa martedi’ sera nel programma “Live from Cannes” (in onda quotidianamente dalla Croisette, su IRIS – Mediaset in occasione del Festival del Cinema), Banderas ha poi svelato alcuni dettagli del lavoro che sta ultimando proprio negli Studios De Paolis con Rhys MeyersE’ un thriller psicologico ambientato in Colorado. Strano averlo girato quasi tutto in Italia. Ma il cinema finzione tutto si puo’ ricreare. Anche il Canada a Roma. “Black Butterfly” è molto particolare. Mi sta restituendo il piacere di partecipare a film che raccontano belle storie. E poi occhio al regista Bryan Goodman. Ha molto da dire. DI lui sentirete parlare tanto in futuro. Ma a questo proposito – ha concluso Banderas – Prestate attenzione perché nel mio futuro ci sarà sicuramente la regia. Sto elaborando due o tre idee e presto sentirete parlare di me come regista”.

A festeggiare Antonio e Ryhs Myers sabato serra c’erano tra gli altri il premio Oscar Gianni Quaranta, Tony Renis, Carlo ed Enrico Vanzina, Enrico Lucherini, Alessandra Martines, Lina Sastri, Alessandro Cremona, i produttori Silvio Muraglia, Marco Poccioni ed Ida Di Benedetto che con Banderas ha in ballo un film sulla vita di Gianni Versace diretto da Bille August. (Fonte Ansa)