Amara sconfitta della Carpisa Yamamay, 1-5 contro il Verona

di Francesco Cava

Pomeriggio da dimenticare per le ragazze di Corrado Sorrentino che perde in casa per 1 a 5 contro il Verona. Dopo la sconfitta nella gara infrasettimanale per 2-0 contro il Torres le azzurre speravano di conquistare i tre punti al Collana provvidenziali in ottica salvezza. La squadra che si è presentata al cospetto delle partenopee è stata a dir poco impeccabile sotto porta e non ha dato via di scampo alla formazione di casa, nonostante le belle prestazioni dell’ultima settimana.
Che il Verona fosse un avversario ostico lo si prevedeva, milita attualmente nella parte alta della classifica e con la vittoria di oggi si è guadagnata il quarto posto della serie, e lo aveva anche sottolineato mister Sorrentino alla vigilia: “Sarà una partita molto difficile. Affronteremo una squadra esperta e di qualità, con tante individualità di prestigio, come Gabbiadini e Mason. Servirà molta attenzione per portare a casa un risultato positivo ma vogliamo continuare il nostro percorso di crescita, che passa anche da queste sfide”.

La partita comincia nel peggiore dei modi per le partenopee, dopo pochi minuti dal fischio iniziale Napoli devia in porta un tiro sbagliato di una compagna di squadra e batte Radu; le azzurre però non si arrendono e la reazione è immediata con la solita Valeria Pirone che al 13′ batte il portiere del Verona con una punizione all’incrocio dei pali dai 20 metri e la partita è in pareggio.
La gara procede senza grandi emozioni e al 26′ quando Napoli supera ancora una volta Radu finendo nuovamente sulla lista dei marcatori deviando il pallone verso la porta in seguito ad una mischia nell’area azzurra. La partita può dirsi chiusa pochi minuti più tardi quando Mason al 30′ e Karlsson al 34′ realizzano rispettivamente la rete del tre e quattro a uno.

La ripresa non regala grosse emozioni se non il quinto gol del Verona al 59′ con un gran colpo di testa ancora di Napoli, tripletta per lei al Collana.
Il dg del Napoli, Italo Palmieri, nel dopopartita ha chiarito che il Verona ha obiettivi completamente diversi dai loro al momento e che bisogna lasciarsi alle spalle questa brutta prestazione e pensare al prossimo impegno delle azzurre che sarà in Coppa Italia contro l’Ascese e allo scontro salvezza della prossima settimana contro l’Inter a Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *