Albergo dei Poveri

Albergo dei Poveri diventerà una struttura di accoglienza per i senza fissa dimora

L’Albergo dei Poveri diventa una struttura di accoglienza per i senza fissa dimora. Presentati a Palazzo San Giacomo progetti per l’utilizzo della struttura

L’Albergo dei Poveri diventerà una struttura di accoglienza per i senza fissa dimora, questo quanto stabilito nella mattinata di ieri a Palazzo San Giacomo dove sono stati presentati i progetti per l’utilizzo della struttura e la divisione dei locali. L’albergo dei Poveri, costruito nel 1749 dall’architetto Ferdinando Fuga, per volontà di Carlo di Borbone III, era destinato ai poveri del Regno. La struttura torna quindi alle sue origini e, come riportato dal Corriere del Mezzogiorno, sarà costituito da “una centrale operativa sociale, unità mobili di pronto intervento, accoglienza notturna-residenziale, un piano per il freddo ed uno street store“.

 

Albergo dei Poveri: le parole di Luigi de Magistris

L’antico Palazzo Fuga, riparte come luogo di solidarietà e accoglienza – ha affermato Luigi de Magistris.- C’è la voglia di realizzare un vero punto di riferimento per i senzatetto in gravi difficoltà. Inoltre stanno per avviarsi gli importanti lavori di riqualificazione di piazza Carlo III. Stiamo promuovendo una rete di collaborazione con l’intervento di psicologi e avvocati. Sono ben accetti tutti gli aiuti economici che le varie associazioni umanitarie vogliono darci. Il Rotary Club si è offerto per l’acquisto delle docce“. Inoltre è possibile contribuire anche attraverso il c.c.p. n. 22157804 intestato al Comune di Napoli (Causale: Real Albergo dei Poveri).