Al via la sostituzione dei seggiolini dello stadio San Paolo

Dopo Napoli-Arsenal si proseguirà con l’anello inferiore delle Curve: i lavori dovranno essere ultimati entro il 29 giugno.

Il primo passo è stato avviato con lo smontaggio dei seggiolini nell’anello inferiore della Tribuna centrale dello Stadio San Paolo.

In vista dell’Universiade di luglio, nel pieno rispetto del cronoprogramma per la sostituzione dei seggiolini, sono iniziati ieri gli interventi sugli spalti allo stadio San Paolo di Napoli. Per procedere all’impermeabilizzazione degli spazi è stato avviato lo smontaggio dei seggiolini nell’anello inferiore della Tribuna centrale, settore non utilizzato durante le partite di calcio. La stessa operazione interesserà, dopo l’incontro tra Napoli ed Arsenal il 18 aprile, l’anello inferiore delle Curve.

Per il progetto complessivo stanziati 20 milioni di euro

I lavori, come da progetto esecutivo, dovranno essere ultimati entro il 29 giugno, data entro la quale tutti i 55mila sediolini dell’impianto saranno sostituiti. L’intervento fa parte di un ampio progetto di riqualificazione e adeguamento funzionale dello stadio San Paolo, per il quale sono stati stanziati complessivamente dalla Regione Campania 20 milioni di euro. Finora nello stadio di Fuorigrotta sono stati realizzati nuovi impianti audio e di illuminazione; stanno per essere ultimati i lavori di ristrutturazione dei bagni esistenti, ed è in corso la gara per la realizzazione di nuovi servizi igienici. È partito anche il montaggio della nuova pista di atletica, con lavori in corso nell’area delle lunette a ridosso delle porte da calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *