Agro Sud, Fiera dell’Agricoltura a Napoli

di Maria Stella Rossi – L’inconfondibile odore di campagna ha accompagnato la giornata appena trascorsa alla Mostra d’Oltremare, dove si è tenuta la IV edizione dell’Agrosud, la Fiera dell’Agricoltura.

Disposti su quattro padiglioni, diverse aziende italiane hanno avuto l’opportunità di mostrare al pubblico prodotti e idee innovative, frutto di un duro lavoro ottenuto grazie soprattutto all’attenzione data alla salute degli animali, all’utilizzo di ingredienti sempre freschi e al rispetto per l’ambiente.

Il primo padiglione che abbiamo avuto modo di visitare è stato quello dello Zootech Med – Tecnologie, innovazioni e prodotti per la zootecnica, dove erano presenti produttori di mangimi e cereali per gli animali da stalla e domestici, e ambiziosi imprenditori che con fierezza esponevano al pubblico le proprie macchine con delle ottime soluzioni anticrisi per poter creare prodotti naturali e salutari da immettere sul mercato.

Spostandoci appena in tempo nel padiglione numero cinque abbiamo potuto assistere alla VII Mostra Nazionale della Bufala Mediterranea Italiana, un capannone colmo di bufale e tori che uno per volta sfilavano assieme ai propri allevatori sul ring posto al centro del fabbricato, divertendo non soltanto gli adulti, ma anche i piccini che entusiasti si avvicinavano alle bestie messe a riposo nei propri box. Tra una gara e l’altra il pubblico ha anche potuto degustare delle squisite mozzarelle di bufala di origine casearia distribuite gratuitamente in uno stand posto accanto all’ingresso del padiglione cinque.

A gara conclusa abbiamo deciso di terminare la nostra visita all’Agrosud dirigendoci nei padiglioni quattro e tre dedicati all’Agro Energy – Energia dall’agricoltura, e all’Orto Med – Ortofrutta mediterranea a confronto, dove abbiamo potuto ammirare nuovi e innovativi sistemi ecosostenibili da installare nelle proprie campagne e bearci sia con lo sguardo che con il gusto di ortaggi e frutti che da semplici piantine sono diventati rigogliosi e saporiti grazie soprattutto alle nuove tecniche di coltivazione.

Insomma, una giornata istruttiva e a tratti divertente che il maltempo non ha di certo rovinato attirando gli ammiratori del settore alla Mostra d’Oltremare e noi, sempre in prima linea, siamo stati soddisfatti e lieti di aver potuto raccontare ciò che abbiamo avuto modo di osservare e perché no, anche assaggiare dove era possibile.

 

01:32
04/03/2013

Interviste di Maria Stella Rossi, Sara Santilli e Diego Scarpitti

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *