Agguato ai Quartieri Spagnoli: ferito pregiudicato 27enne

Il giovane, salvo per miracolo, non si è perso d’animo: è andato prima all’ospedale e poi, sempre da solo, a fare la denuncia ai carabinieri

Alberto C., pregiudicato 27enne, è rimasto vittima ieri notte di un agguato ai Quartieri Spagnoli, di stampo presumibilmente camorristico. Ma non si è perso d’animo, e da solo si è recato prima all’ospedale Pellegrini per farsi medicare, poi alla stazione di polizia più vicina, per denunciare il fatto. Un atteggiamento che lascerebbe supporre che l’uomo ignori completamente il motivo dell’aggressione ai suoi danni.

Agguato ai Quartieri Spagnoli: la vittima è un pregiudicato

Ai poliziotti ha raccontato che, mentre stava percorrendo via Girardi a bordo della sua autovettura, è stato notato da due uomini a piedi, che hanno estratto la pistola e hanno fatto fuoco. Lui è riuscito a evitare il peggio piegandosi in avanti: dei 4 proiettili esplosi, i cui bossoli sono stati effettivamente ritrovati sul posto in seguito alle verifiche effettuate dagli agenti dopo la denuncia da parte dell’uomo, uno solo l’ha raggiunto, colpendolo superficialmente al torace.

Il 27enne, ferito al torace, è andato da solo all’ospedale e poi alla polizia

A medicare il 27enne, residente a Giugliano, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti per rapina, estorsione e associazione mafiosa (l’uomo è presumibilmente legato a un clan del giuglianese), sono stati i medici dell’ospedale Pellegrini, dove l’uomo si è recato da solo subito dopo l’agguato. Poi è andato alla polizia a fare la denuncia. Oltre ai 4 bossoli ritrovati sul posto indicato dalla vittima, gli agenti hanno effettuato dei rilievi anche sull’automobile del ferito, trovando un foro di ingresso di un proiettile e constatando la rottura di un vetro. Anche una delle macchine parcheggiate in via Girardi deve essere stata raggiunta dai proiettili: aveva il lunotto posteriore rotto. La polizia indaga.