Agguato di camorra a Ponticelli, ferita donna del clan Bossa

Sangue a Ponticelli. La camorra colpisce Anna Bossa De Luca, figlia della reggente del clan omonimo. La donna si trova al Cardarelli in condizioni gravi

Poco prima dell’una di notte, un agguato ha macchiato di sangue la villa comunale di Ponticelli. Un uomo si è avvicinati ad un piccolo gruppo di persone e ha sparato sette colpi di arma da fuoco. L’uomo aveva il viso coperto da un casco integrale ed era a bordo di uno scooter. I colpi hanno ferito Anna Bossa De Luca, di 39 anni, donna con una fedina penale davvero niente male. Anna è una figlia “d’arte”, infatti, la madre è Teresa De Luca Bossa, reggente dell’omonimo clan.

Anna Bossa è stata trasportata a Villa Betania e poi trasferita al Cardarelli. Le sue condizioni sono gravi, ma non è in pericolo di vita. I colpi hanno colpito il gomito, la spalla, il bacino e le gambe. Non è certo il primo agguato contro il clan che colpisce direttamente la donna. Infatti, ad Anna nel gennaio del 2013 uccisero il figlio Antonio Minichini.