Aggressione al Vomero

Aggressione al Vomero: 17enne ferita

Nella tarda serata di ieri, una 17enne è stata vittima di una grave aggressione al Vomero. Bruna Di Dio ci racconta cosa è successo:

È successo ieri, 17 novembre alle ore 21,30, nei pressi di Via Caldieri, una giovane studentessa di 17 anni tornava a casa, durante il percorso è stata fermata da un uomo di circa 40 anni, il quale ha usato una scusa per fermare la giovane studentessa, aggredendola e minacciandola con un coltello alla gola. Oltretutto, la vittima è anche riuscita a notare altri tre individui che coprivano le spalle all’aggressore.

Aggressione al Vomero: ecco cosa è accaduto

La giovane, nonostante le evidenti intimidazioni è riuscita ad urlare, la sua voce ha raggiunto un passante, il quale aveva già notato l’avvenimento. Secondo le dichiarazioni della 17enne, l’accaduto era già stato premeditato, considerando che nei giorni scorsi era stata importunata dallo stesso uomo che, sempre secondo la vittima, appartiene all’organizzazione neofascista di CasaPound, la stessa organizzazione che nei giorni scorsi aveva alzato i toni, minacciando i collettivi studenteschi sui social network, in quanto, avevano rimosso degli striscioni che inneggiavo all’odio razziale nella zona antistante alla succursale del Pansini. Gli amici della giovane, ma anche tanti attivisti, e cittadini del territorio e non, in questo momento stanno partecipando alla conferenza indetta questa mattina, alle ore 13,30 a Piazza Quattro Giornate affinchè si denunci apertamente tale avvenimento e si dia in maniera incisiva una risposta a queste forme di violenza.

Bruna Di Dio