Accoltellato per una lite alla Loggetta: in prognosi riservata

Accoltellato per una lite alla Loggetta: in prognosi riservata – E’ successo stamattina presto a Fuorigrotta:  un uomo ha visto un cane che sporcava di feci l’ingresso ad un palazzo e lo ha richiamato. La discussione è degenerata al punto che il proprietario del cane ha accoltellato l’uomo che lo aveva sgridato: «Sei proprio davanti alla porta di mia madre» sembra abbia detto l’uomo prima della lite. Il proprietario del cane all’improvviso gli ha sferrato un fendente all’altezza del cuore.

Tutto questo è accaduto al rione La Loggetta, nel quartiere Fuorigrotta. L’accoltellatore, G.P., un uomo di  52 anni, che risiede nel rione, stava portando in strada per i bisogni fisiologici il suo cane, un bastardo di piccola taglia. Il cagnolino si è fermato davanti ai citofoni di un’abitazione, e, a quanto pare, avrebbe lasciato i suoi escrementi proprio davanti al portone. A quel punto è sopraggiunta la seconda persona che si recava in visita alla vecchia madre che abita nel palazzo. Ha iniziato a protestare, chiedendo con forza al proprietario del cane  di portare il cane da un’altra parte. G.P. all’improvviso ha estratto un coltello ed ha colpito l’altro all’altezza del cuore, all’emitorace sinistro.

L’uomo è stato ricoverato all’ospedale San Paolo in prognosi riservata. Gli agenti del commissariato San Paolo hanno immediatamente arrestato il proprietario del cane, che è stato trasferito nel carcere di Poggioreale.