Accoltellato al Vomero, mamma Marcella: “Mio figlio è terrorizzato e perseguitato dagli incubi”

Tutta la rabbia della madre del giovane accoltellato al Vomero la sera tra sabato e domenica.

Accoltellato al Vomero, una tragedia sfiorata.

In diretta su Radio CRC, è intervenuta Marcella, la mamma di Vincenzo, il ragazzo aggredito ed accoltellato al Vomero la notte tra sabato e domenica scorsi: “Per il momento il peggio è passato. La paura è stata tanta, ma fortunatamente è andata bene. Questa storia deve finire: deve esserci maggior fermezza nelle sanzioni. I ragazzi non possono uscire di casa con coltelli e pistole. Mio figlio è vivo per miracolo. Vincenzo ha perdonato quel ragazzo, perché ha un cuore grande. La famiglia dell’aggressore non si è scusata. I ragazzi vanno controllati prima che escano di casa, i genitori devono prendere maggiori precauzioni”.

“In questa città non va più bene nulla; dove siamo finiti? La legge deve fare la sua parte. Mio figlio stava morendo, è terrorizzato, non dorme la notte a causa degli incubi. Al Vomero non vuole più tornarci. Sono davvero spaventata, oggi è con me, ma tre giorni fa era morto. L’aggressore proviene da Marano. Condivido ciò che ha detto il Comandante dei carabinieri: lasciate i coltelli. Le liti possono capitare, ma – conclude – qui si è superato davvero il limite”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *