abusi

Abusi su minore nel Casertano, romeno ai domiciliari

Disposti gli arresti domiciliari per un romeno residente nel Casertano accusato di aver costretto una bambina a subire abusi sessuali per oltre quattro anni

Disposti gli arresti domiciliari per un romeno residente nel Casertano accusato di aver costretto una bambina a subire abusi sessuali per oltre quattro anni.

Un romeno residente a Bellona (Caserta) è finito agli arresti domiciliari nell’ambito di una indagine della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, con l’accusa di aver costretto una bambina a subire continui abusi sessuali per oltre quattro anni. E’ stata la piccola, che oggi ha 13 anni, a raccontare ai genitori dell’incubo vissuto; è accaduto appena qualche settimana fa, poi il 22 marzo il padre e la madre della vittima hanno presentato denuncia ai carabinieri della stazione di Vitulazio.

 

Abusi su minore, disposto il fermo dal Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere

Le indagini sono andate avanti molto velocemente. La piccola, è emerso, avrebbe subito i primi abusi quando aveva nove anni; era il 2014, e le violenze sarebbero proseguite fino all’ottobre 2018. La ragazzina è stata ascoltata dagli inquirenti e ha confermato le accuse all’uomo, così la Procura ha deciso di procedere qualche giorno fa al fermo del romeno. Il Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha poi disposto i domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *