6 Nazioni: Italia da urlo. Trema l’Inghilterra che alla fine riesce a spuntarla 18-11

L’Italia non riesce a tramutare il sogno in realtà. Da sogno la prestazione, la migliore di questo 6 Nazioni. La realtà è invece amara: non basta una ripresa super degli azzurri, l’Inghilterra riesce lo stesso a spuntarla 18-11.

La nazionale della rosa vince con sei calci di Flood e trema di fronte all’armata azzurra, specie nel secondo tempo in cui i nostri mettono sotto i padroni di casa e vanno vicini a scrivere la storia.

Ritorna Parisse, ma nel primo tempo è l’Inghilterra a giocare meglio. Flood centra i pali da 35 metri e si ripete al quarto d’ora. L’Italia trova il calcio di Orquera e va vicino alla meta quando Parisse e Zanni danno vita ad una magnifica azione. Poi Gori si prende il giallo e in inferiorità numerica i padroni di casa trovano un nuovo calcio. Castrogiovanni è invece costretto al cambio per infortunio.

Nella ripresa c’è un’altra Italia in campo. Aprono gli inglesi ancora con un calcio, risponde Orquera con la stessa arma: 15-6. Poi dagli sviluppi di una touche Zanni raccoglie per Orquera che con un calcio indirizza l’ovale verso McLean che schiaccia in meta: 15-11 e partita riaperta. Peccato per la mancata trasformazione, ma l’Italia torna in partita e spaventa gli inglesi.

Gli azzurri si riversano in attacco ma un paio di episodi sfortunati condannano il XV di Brunel. L’ennesimo calcio di Flood al 22º fissa il risultato sul 18-11.

Grinta e tanto cuore. Questa è l’Italia che deve scendere in campo in ogni partita. Cancellate le brutte prestazioni con Scozia e Galles bisogna ripartire da qui per cercare di terminare nel migliore dei modi il torneo, sabato contro l‘Irlanda.

Altri risultati 4ª giornata 6 Nazioni: Scozia-Galles 18-28; Irlanda-Francia 13-13.

Classifica (dopo quattro turni): Inghilterra 8; Galles 6: Scozia 4; Irlanda 3; Italia 2; Francia 1.

Francesco Monaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *