14 bandiere blu in Campania: confermati i risultati del 2015 con un'unica eccezione

14 bandiere blu in Campania: confermati i risultati del 2015 con un’unica eccezione

Con 14 bandiere blu la Campania è al quarto posto tra le regioni italiane secondo i dati della Foundation for Environmental Education.

La Campania è tra le regioni italiane più balneabili per l’estate 2016.

Con 14 bandiere blu è al quarto posto tra le regioni italiane secondo i dati della presentazione delle Bandiere Blu 2016, assegnate dalla Foundation for Environmental Education (FEE).

La Campania conferma quindi i risultati della scorsa estate, con la sola differenza che Sapri ha perso il marchio di qualità in favore di  San Mauro Cilento.

Le bandiere blu campane

La XXX edizione del premio ha insignito delle Bandiere blu le località le cui acque di balneazione sono risultate eccellenti, come confermato dai risultati delle analisi che le ARPA (Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente) hanno effettuato.

Le rilevazioni sono state compiute nell’ambito del Programma Nazionale di monitoraggio condotto dal Ministero della Salute, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente.

Il verdetto della giuria internazionale ha assegnato le bandiere blu ad Agropoli, Capaccio, Castellabate, Montecorice (con Agnone e Capitello), Pollica (con Acciaroli e Pioppi), Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro, Vibonati-Villammare e  San Mauro Cilento.  A nord di Salerno il riconoscimento è andato a Positano, in Costiera Amalfitana. Nel napoletano sono state premiate Massa Lubrense, con le località di Baia delle Sirene, Marina del Cantone, Marina di Puolo e Reccomone, e Anacapri, con le località di Faro Punta Carena, Gradola e della Grotta Azzurra.