Le Lacrime del Petisso

di Andrea Genovese

Campionato 82/83.
Dopo un girone d’andata rovinoso, il Napoli, grazie alle cure della “strana coppia” Pesaola-Rambone, si rimette in carreggiata.

Si arriva all’ultima giornata e, grazie ai rigori conquistati da Celestini e trasformati da Ferrario, la salvezza è a portata di mano: di fronte c’è il Cesena, già retrocesso.

I primi 45′ terminano a reti inviolate; poi, nella ripresa, Paolo Dal Fiume, su assist del “Puntero Triste” Ramon Diaz, firma l’agognata rete della tranquillità.

Il San Paolo, gremito da oltre 80.000 spettatori, esplode e festeggia la permanenza in A.

A fine gara, il “Petisso”, quasi in lacrime, paragona l’emozione di quella giornata a quella vissuta per lo scudetto vinto a Firenze, ritenendola addirittura superiore.

1 thought on “Le Lacrime del Petisso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *